28 Aprile 2016 – Quasi 40

Oh mamma ho quasi quarant’anni
che cazzo ho fatto fino adesso…                                                                                                                                                                                                         Ho avuto il modo ed anche il tempo di cambiare
e l’ho passato a improvvisare
ma mi vuoi bene lo stesso

Abbiamo finalmente avuto la conferma che a settembre appenderemo fuori dalla porta un fiocchetto azzurro.

Per coloro che ci hanno chiesto fin dal primo giorno come si sarebbe chiamato, avrei voluto continuare a rispondere che non ci avevamo ancora pensato, che eravamo indecisi, che avremmo avuto ancora un sacco di tempo per scegliere, che fino a quel momento non ci avevamo ancora pensato perché prima aspettavamo almeno la sicurezza del sesso, e duecentomila altri che…

E allora perché nella testa mi ronza un nome alla quale mai avevo dato peso ed ora invece lo sento dentro e mi fa battere forte il cuore oltre a farmi venire la pelle d’oca? E’ davvero così che funziona? Non si dovevano fare liste, sorteggi, nominations ecc…

oh mamma mamma ti ricordi
13100989_10201518934371287_352377560_nper me ti preoccupavi spesso
e invece vedi, sono diventato un uomo
mi sposo e faccio un figlio adesso
così lo porti a spasso

Ogni giorno che passa sta diventando sempre più reale, ora inizio a crederci davvero, mi capita finalmente di sentirlo al mattino quando sveglia nel letto, mi faccio forza per tirarmi su ed iniziare una nuova giornata… oppure alla sera, quando siamo sul divano insieme ai miei nanetti inseparabili… incredibile vederli tutti contro la mia pancia come a voler sentire, o proteggere ciò che nasconde…

e ho avuto culo di non perdermi per strada
e non drogarmi troppo
e se non fosse stato per la musica
magari sarei morto

La mente umana dimentica. Quando raggiunge la felicità o ciò che desiderava, si annienta subito tutto, si perdono di vista tutte le difficoltà, si azzerano le salite e tutto appare come normale, come se prima ci fosse stato un vuoto e si sia iniziato da questo momento… ma non è così!

Oh mamma ho quasi quarant’anni
non me ne sento neanche venti
e ho realizzato che il tempo è maledetto
e si diverte a passare
per vederci cambiare

Ci sono voluti anni per arrivare a tutto questo, ho sofferto, ho pianto, sono stata male ed ora invece, tutto mi sembra quasi scolorito e come se non appartenesse al mio passato, come se fossi rinata il giorno in cui il Doc mi ha detto: “Ora, possiamo stare tranquilli“, come se tutto questo fosse “normale” e non avrei dovuto aspettare anni o farmi buchi sulla pancia, o guardare con gli occhi colmi di lacrime un infermiere, senza preoccuparmi di dove andare e con una stupida cuffietta in testa, ma cercando solo nel suo sguardo   quel pizzico di fiducia per continuare a crederci… per sperare che quella sia la volta buona…

tu invece mamma resti uguale
anzi mi sembri anche più bella
sono sicuro
che magari tra cent’anni
volerai su una stella
per brillare sulla terra

Se avessimo mollato, se mi fossi pianta addosso e persa nella rabbia, se non ci avessi creduto, se non avessi lottato contro tutto e tutti, forse ora starei ancora qui a chiedermi “Perché..”, ma non sarei io, non è da me. Se riesco a mettermi qualcosa in testa parto a razzo fino ad ottenerla, non faccio scegliere alle casualità o al destino della mia vita.

Sorrido quando altre persone mi dicono che ci hanno messo tanto per avere un bimbo, che hanno dovuto aspettare almeno 6 mesi prima di trovare un positivo sul un test… A queste persone vorrei rispondere che una mamma PMA “Ha visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare!”

io nel frattempo continuo a improvvisare
e non preoccuparti troppo
anche se sono già passati quarant’anni
non me ne sono accorto

E’ stato complicato, difficile, inverosibilmente stressante lo ammetto, ma ora è arrivato il momento di raccogliere i frutti, di sedermi e godere per ciò che ho tanto atteso ed “aspettare” che passino queste ultime 19 settimane nel migliore modo possibile, immaginandomi unicamente solo te…

chissà
chissà come sarà
oh mamma

Annunci

5 pensieri su “28 Aprile 2016 – Quasi 40

    • Amica carissima! un anno fa a quest’ora stava iniziando una nuova strada che ancora non sapevo quanto fosse stata lunga o quante tappe ci sarebbero state, ma sapevo dove mi avrebbe portato… Oggi posso semplicemente dire che ancora faccio fatica a crederci, ma finalmente il sogno sta diventando realtà!
      L’anno scorso stavamo vivendo le tue sensazioni, le tue paure ed è proprio che sono identiche ai momenti in cui ora mi ci ritrovo… quanti bei consigli che avrai da darmi tra qualche mese 🙂
      Ti abbraccio forte!

      Liked by 1 persona

    • La nostra vita sta per cambiare, finalmente ciò che più abbiamo desiderato e per la quale ci siamo battute è finalmente arrivato… ora coccoliamoci in questi ultimi mesi godendoci giorno per giorno in attesa che arrivi il momento più bello della nostra vita!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...