01 Giugno 2015 – L’eccezione

Quando a Gennaio di quest’anno decisi che era arrivato il momento e che avrei finalmente intrapreso una “strada alternativa” alla realizzazione del mio Sogno, sapevo che sarebbe stato un percorso difficile, fatto di alti e bassi, ma principalmente in salita. Ne ero consapevolmente felice, tanto come diceva sempre Vesevo, “più nera della mezzanotte non poteva venire”.

Sono passati i mesi, a conferma che vi è sempre un’eccezione a confermarne la regola, è venuta più nera della mezzanotte.

Soffro nel vederti infrangere
i principi sui quali era salda un’esemplare dignità.

Maggio si è concluso e finendo si è portato via tutte le consapevolezze, le certezze, le sicurezze… tutto spazzato via in un attimo da un vento gelido, nonostante il caldo estivo di questi giorni, per lasciarmi totalmente nei dubbi, con le mie Medaglie appese al muro già completamente impolverate, e più abbandonata che mai al mio destino.

Condizione inammissibile,
la discutibile urgenza per cui è indispensabile
uniformarsi alla media.

Una settimana fa il mio Pick-up e ad oggi ancora nessuna notizia su che fine abbiano fatto i miei 11 ovociti maturi e pronti alla fecondazione dei 12 che avevano prelevato. Venerdì mi è arrivato il ciclo ed ho chiamato il centro per capire se era possibile, se fosse normale, se al contrario era una conseguenza al piccolo interventino appena subito, se potevo stare tranquilla oppure dovevo preoccuparmi. Una volta ricevute tutte le rassicurazione del caso, ho posto la fatidica domanda, la più importante:

Io: “Non ho ancora ricevuto la telefonata per sapere come è andata… se e quanti ovuli sono stati fecondati…”

Ostetrica: “Se lo ha fatto lunedì e non l’hanno ancora contattata è perchè stanno aspettando di vedere le ultime trasformazioni fino a sabato e lunedì la ricontattano…” Silenzio, e poi riprende ” Oppure perché non c’era nulla da congelare.”. In quel momento l’unica cosa sicura a congelarsi in un attimo, è stato il mio sangue nelle vene.

Si dice che ad ogni rinuncia
corrisponda una contropartita
considerevole, ma l’eccezione alla regola insidia la norma.

proteine-delle-uova1Sapevo che non poteva essere vero, che su una confezione intera da 12 uova, una era uscita “rotta“, non abbastanza matura per andare ad affiancare i guerrieri nella battaglia successiva, quella della Fecondazione in Vitro, ma capita no? quante volte è capitato di arrivare a casa dal supermercato e zac! accorgersi che un uovo nella confezione si era rotto? Si sa che ad ogni rinuncia, corrisponde una contropartita considerevole, che ogni grande battaglia è stata vinta con il sacrificio di vittime indifese… Ecco, 12 era stato il primo vero “caduto” della nostra guerra contro l’ingiustizia.

Se è vero che ad ogni rinuncia
corrisponde una contropartita
considerevole, privarsi dell’anima comporterebbe
una lauta ricompensa.

Poi arrivano le 10.30 di lunedì 01 Giugno 2015. Suona il cellulare. Rispondo.

Buongiorno cara, la chiamo dal Centro natalità, volevo comunicarle che ABBIAMO PROCEDUTO ALLA CRIOCONSERVAZIONE DI 6 BLASTOCISTI. Comunque poi le arriverà a casa un foglio dove le viene riportato quello che le ho detto ora telefonicamente. Va bene Cara?”. Saluto. Attacco. Non ricordo nemmeno di averle detto “Grazie…”. A dire il vero, non ricordo nemmeno di aver avuto la capacità di parlare.

Soffro nel vederti compiere
bizzarre movenze indotte
da un burattinaio scaltro.

7_1_2_-2x6-weiss-fit-800-600Non ho avuto la prontezza e la capacità di fare domande, avevo la testa così piena di pensieri, di voglia di piangere, di gioia mista a preoccupazioni, che domandare quale fine avessero fatto gli altri miei combattenti mi sembrava stupido… Ovviamente non avevano superato la trasformazione.

Ho iniziato a piangere per loro, tristezza, amarezza, delusione, rammarico, perché non ce l’avevano fatta? Avevo subito in un attimo 5 aborti nel cuore, nell’anima. Veloci e indolori, ma che hanno lasciato il segno.

Una volta realizzato e superato il dolore, il cuore si è gonfiato di gioia, felicità, euforia ed emozione per i miei 6 soldatini che erano arrivati fino alla fine… che avrebbero avuto accesso allo schermo successivo, quello della loro battaglia contro lo Scongelamento dalla Crioconservazione.

Partiti in 12 per affrontare il Real Game alla Vita, solo la metà era sopravvissuta alla fecondazione. Non so se sia una sconfitta, se sia stata una carneficina, ma quel che conta ora, sono le 6 Blastocisti tutte nostre, pronte per realizzare una volta per tutto il nostro più grande Sogno.

Credi sia una scelta ammirevole
fuggire lo sguardo
severo e vigile  della propria coscienza?

Il paragone di questo percorso doloroso, triste e “traumatico” ad un gioco, serve al mio essere interiore, al mio cuore, alla mia coscienza di non impazzire. Si perché se si pensa alla consapevolezza di “sapere”, di “indurre” le fasi che dovrebbero essere le più naturali possibili per un uomo e una donna che desiderano avere un figlio, resta in bocca l’amaro del rammarico  che si prova nel vedere ad uno ad uno i propri soldatiti spegnersi. E non si tratta di possibilità, probabilità, , tentativi o percentuali di successo, ma solo per una Mamma PMA è chiaro che ognuno di quegli ovociti maturi, in cuor suo, è già un figlio!

Si dice che ad ogni rinuncia
corrisponda una contropartita
considerevole, ma l’eccezione alla regola
insidia la norma.

Per ogni rinuncia deve per forza esistere una ricompensa, una sorta di dare e avere, un patto che si fa con l’Universo che toglie e da, toglie e da, toglie e… speriamo che per me, dopo tanti tagli, sia arrivato il momento di ricevere.

Se è vero che ad ogni rinuncia
corrisponde una contropartita
considerevole, privarsi dell’anima comporterebbe
una lauta ricompensa.

 (Carmen Consoli)

Annunci

7 pensieri su “01 Giugno 2015 – L’eccezione

    • Ciao Carissima e grazie! Ho bisogno di tutto il sostegno possibile. Non abbiamo trasferito subito perché ho avuto principio di iperstimolazione ed i medici hanno preferito far riposare il mio fisico anche in previsione dei 9 mesi di gravidanza. Nella mia situazione avremmo rischiato se il transfert fosse andato a buon fine, sicuramente un parto prematuro…… credo che col oltre ad una gravidanza dolorosissima per me e pericolosa per entrambe :). Ormai l’ho accettato, inizialmente anche questo mi aveva spiazzata e fatta arrabbiare, ma so che sono delle persone competenti che vogliono il mio bene e che più di me, vogliono che la procedura vada a buon fine :)! Grazie ancora e spero di leggerti presto!prossimo ciclo finalmente avr

      Mi piace

    • Ciao Clara! Ti ringrazio! Non immagini di quanto supporto anche Virtuale io abbia bisogno in questo momento! E’ vero ci siamo quasi, spero davvero che sia arrivato anche per me il grande momento! Spero di leggerti presto ancora tra le mie pagine 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...