FIVET (Fecondazione In Vitro ed Embryo Transfer)

stock-footage-simulation-of-in-vitro-fertilizationLa FIVET (Fecondazione In Vitro ed Embryo Transfer) è una tecnica di Procreazione Medicalmente Assistita di II livello.

Le procedure della FIVET consistono nell’ indurre ed ottenere l’ovulazione, successivamente prelevare tutti gli ovociti arrivati a maturazione,  fecondarli al di fuori del corpo della donna con il campione di sperma ottenuto, attendere la conseguente formazione dell’embrione ed infine procedere al successivo trasferimento in utero dello stesso.

Quando si effettua la FIVET

I requisiti per accedere alla Fivet sono:

  • Danno tubarico irreversibile
  • Fattore maschile
  • Endometriosi
  • Sterilità inspiegata
  • Poliabortività
  • Malattie genetiche

I Primi Passi della FIVET

Oggi largamente utilizzata nell’ambito delle procedure di Procreazione Medicalmente Assistita, la Fecondazione in Vitro vede muovere i suoi primi passi nel 1968, quando Robert Edwards (biologo ed embriologo inglese), “padre” della fecondazione in provetta e  vincitore nel 2010 del premio Nobel per la medicina,  riesce ad ottenere la fertilizzazione di un ovulo umano in laboratorio.

Dieci anni dopo nel 1978, insieme al chirurgo e ginecologo Patrick Steptoe, mise a punto la tecnica di fertilizzazione in vitro con embryo transfer nella clinica Bourn Hall di Cambridge e nello stesso anno vide la luce Louise Brown, la prima bambina nata in provetta. In Italia abbiamo dovuto attendere il 1983, ma da quel momento abbiamo contribuito nel far nascere circa 4 milioni di bimbi al Mondo con questa tecnica.

Viene optato di utilizzare questa tecnica, quando sono falliti i precedenti tentativi, come per esempio l’Inseminazione Intra Uterina (IUI). Inoltre, è la soluzione a problemi di sterilità derivati dal fattore maschile o dal fattore tubarico (tube di Falloppio ostruite).

Indicazioni alla FIVET

Le indicazioni per poter procedere alla Fecondazione in Vitro si possono riassumere nei seguenti casi:

  • Infertilità riconducibile a fattore tubarico
  • Presenza di endometriosi
  • Fattore maschile
  • Forme di infertilità idiopatica in cui precedenti cicli con tecniche di procreazione medicalmente assistita di I livello non abbiano dato risultati.

Esecuzione della procedura

La procedura muove il suo primo passo con una Valutazione personalizzata della paziente per poter  valutare il miglior trattamento alla risoluzione di ogni problema d’infertilità (anamnesi, massa corporea, riserva ovarica, ecc.)

Successivamente viene suddivisa essenzialmente in quattro fasi principali:

Induzione dell’ovulazione

Prelievo Ovociti (Pick-Up)

Fecondazione in Vitro

Transfer Embrionale/Blastocisti

Consulto Esami per Scongelamento

 

E DOPO IL TRANSFER… E’ ASSOLUTO RIPOSO?

QUANTO COSTA UNA FIVET? ECCO I COSTI DELLA MIA 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...