Dopo il Transfer è assoluto riposo??

sognare-di-essere-incintaCredo che questo sia il quesito più grande che possa mai porsi una donna PMA: una volta effettuato il fatidico Transfer di embrioni a seguito di una FIVET (Fertilizzazione In Vitro con Embryo Transfer) o una ICSI (Intracytoplasmatic Sperm Injection) bisogna stare completamente a riposo?

Sicuramente questo dubbio avrà tormentato anche voi almeno una volta, ma esistono davvero azioni che possono provocare il “distacco” o la “caduta” degli embrioni dall’utero una volta trasferiti e prima che possano annidarsi?

A tal proposito esistono tantissimi pareri discordanti in merito, alcuni dettati da credenze, altri invece un po’ più scientifici che si basano su studi e statistiche. Prima che sia troppo tardi, ho deciso di affrontare uno dei temi bollenti della Fivet, così da arrivare al grande giorno (che avverrà tra poco più di una settimana circa), il più preparata possibile e provare ad inoltrarmi in vortice di informazioni e di numeri per capire se dovrò passare il resto della fine del mese di maggio a letto come una malata terminale, oppure scalare il Monte Bianco? Come avrete sicuramente già capito, la verità sta nel mezzo come sempre del resto…

Se avete trascorso il periodo dal transfer fino al test di gravidanza in assoluto riposo, magari invogliate e spinte dai vostri mariti o familiari ed il test è risultato positivo, vi prego di screditare ciò che andò a scrivere di seguito lasciandomi un commento (ecco perché ho deciso di scriverlo tempo prima questo post :), così da sfatare maldicenze comuni ), perché la realtà è che il riposo non aiuta gli embrioni ad impiantarsi ed è provato scientificamente.

Il corpo umano femminile è stato creato appositamente in modo che naturalmente un embrione non “scivoli” via dall’utero a seguito di un colpo di tosse o di una passeggiata. Ora, mi verrebbe da chiedere se anche le persone con Utero Retroverso siano state “create” a dovere perché questa teoria funzioni, ma non posso che affidarmi alla divina provvidenza perché l’impianto e l’attecchimento di un embrione rimane ancora un fenomeno pressappoco sconosciuto e c’è poco che noi dall’esterno possiamo fare per influenzare in modo positivo questo evento.

Un orientamento “cautelativo” e di “assoluto riposo”nell’immediato post-transfer  e nei successivi giorni fino all’esito della procedura, non trova riscontro soprattutto negli ultimi dati e nelle ultime statistiche stilate.

Per ora posso solo immaginare che attendere l’esito di un processo così impegnativo ed importante per tutte noi per ben due settimane, sia un lasso di tempo davvero tremendo, che sottopone una donna ad uno stress psicologico che non è da meno a quello fisico al quale si è sottoposta per via delle procedure della FIVET e dover trascorrere 2 settimane in attesa del verdetto finale in casa dove la tensione è altissima ed ogni piccolo cambiamento fisico viene amplificato, sicuramente trascorrere una sorta di “arresti domiciliari“, sicuramente non aiutano per niente.

Inizialmente, quando la fertilizzazione in vitro erano al via, le tecniche di recupero degli ovociti erano molto più invasive di quelle che si hanno oggi, pertanto i dottori iniziarono a prescrivere un riposo post transfer più per fare in modo che il fisico potesse riprendersi e facilitarne così l’impianto. Successivamente, proseguendo con gli anni, le tecniche per il recupero ovocitario miglioravano e divenivano così meno invasive per le donne e pertanto ci si iniziò a domandare se vi era un effettiva necessità di imporre alle pazienti un riposo forzato dalla durata variabile di due settimane, fino quindi all’esito del trattamento e se questo comportamento, potesse in qualche modo influenzarne i risultati.

Nel corso di questi anni è stato ampiamente dimostrato che il riposo di 24 ore a seguito del transfer non è assolutamente associato ad un maggior successo risposta ad un riposo di esclusivamente 10 minuti. Si legge come: “le donne, pochi minuti dopo il trasferimento degli embrioni, possono alzarsi, svuotare la vescica, e tornare a casa senza che ciò interferisca con l’impianto. Nessuna restrizione delle abituali attività è necessaria”.

Nel 1998 è stato pubblicato uno studio da Sharif e coll. (1), il quale ha analizzato come il mancato riposo sia subito dopo il transfer che nei giorni successivi ne abbia influenzato l’esito in 1091 cicli di fecondazione in vitro. In pratica subito dopo il transfer le pazienti venivano fatte alzare, invitate a svuotare la vescica e dimesse invitandole peraltro a proseguire le loro normali attività nei giorni successivi. Le percentuali di gravidanza ottenute in queste pazienti sono quindi state confrontate con quelle riportate dal  registro tenuto dalla Human Fertilization and Embriology Authority (HFEA) in 19.697 cicli eseguiti in un anno in Inghilterra.

Le percentuali di gravidanza clinica per transfer e per ciclo nelle pazienti oggetto dello studio é stata  rispettivamente pari al 37,8% ed al 30%. Tali percentuali sono risultate comparabili, ed anzi più elevate rispetto a quelle riferite dalla HFEA che riportava una percentuale di gravidanze cliniche per transfer del  22,9% e per ciclo del 18,9 %.

Nel 2004 il National Institute of Clinical Excellence (NICE) emise questa raccomandazione (grado A): 1.11.9.4 : “Le donne devono essere informate che il riposo dopo il transfer non aumenta le possibilità d’impianto nella fecondazione in vitro“.

Un ulteriore studio pubblicato nel 2005 (2), focalizzato sugli eventuali effetti della mobilizzazione immediata  subito dopo il transfer degli embrioni non ha evidenziato differenze statisticamente significative in termini di  percentuali di gravidanza ottenute, riportando una percentuale di gravidanza pari al 24,55% nelle pazienti  che si sono mobilizzate subito dopo il transfer e pari al 21,34% nelle pazienti che sono rimaste sdraiate per  un’ora dopo il transfer

Nel 2007 fu pubblicato un’ulteriore studio di  Purcell e coll. (3) il quale confermò l’assenza di effetti negativi dell’immediata mobilizzazione. In questo studio vengono valutaeo le differenze in termini di  gravidanza tra un gruppo di 82 pazienti che sono state mantenute in posizione sdraiata per 30 minuti dopo  il transfer degli embrioni ed un analogo gruppo di 82 pazienti che al contrario si sono alzate e sono state subito  dimesse dopo il transfer. Anche in questo caso non é stata evidenziata alcuna differenza tra i due gruppi  ottenendo percentuali di gravidanza del tutto sovrapponibili (in entrambi i casi pari al 50%) e, limitando  l’analisi alle sole pazienti al loro primo tentativo, ottenendo percentuali di gravidanza pari al 49% nelle  pazienti che erano rimaste sdraiate e pari al 53,9% in quelle che invece si erano alzate subito dopo il  transfer.

Infine un recente studio di Kucuk e coll. (4) ha analizzato l’influenza dell’attività fisica svolta  sia prima che  durante i trattamenti di fecondazione in vitro in termini di impatto sul tasso di impianto degli embrioni e di  percentuale di gravidanze evolutive portate a termine. In questo studio il grado di attività fisica svolto é  stato valutato mediante un questionario, compilato dalle pazienti all’inizio del trattamento e sette giorni  dopo il transfer, in cui venivano richieste informazioni sul tipo e sull’entità di attività fisica eseguita  (camminare, lavorare a casa o in ufficio, tipo del lavoro svolto etc.). Sulla base di questo questionario le  pazienti sono quindi state suddivise in gruppi in rapporto al grado di attività fisica svolto (lieve, moderata,  intensa). Nessuna delle pazienti che hanno partecipato allo studio ha svolto un’attività fisica di tipo intenso per cui  tutte rientravano nel gruppo ad attività fisica lieve o moderata. Il tasso di gravidanze a termine nelle  pazienti che avevano eseguito attività fisica moderata è risultato pari al 47,6% contro solo il 22,1% nelle  pazienti che invece avevano ridotto la loro attività. Analogamente anche il tasso di impianto embrionale è  risultato significativamente più elevato nelle pazienti che avevano eseguito attività fisica moderata con una  percentuale pari al 29,6% rispetto al 19,4% delle pazienti che avevano eseguito attività fisica lieve.  Pertanto da questo studio si evidenzia, non solo l’assenza totale di effetti negativi dell’attività fisica, ma  addirittura la presenza di un qualche effetto positivo della stessa.

Se il trattamento non dovesse avere l’esito desiderato, non è assolutamente riconducibile a degli errori di comportamento ottenuti nelle danno a seguito del Transfer, al contrario alimentare le credenze che il riposo sia necessario per l’impianto degli embrioni contribuisce a favorire i sensi di colpa delle donne, le quali continueranno a domandarsi se sia andata male per aver condotto la loro solita vita, al posto di rimanere in completo riposo, contribuendo ad aumentare ansia e stress in quelle donne che non possono permettersi di prendersi lunghi congedi dal lavoro.

Infine diciamolo, stare chiuse in casa a riposo, aumenta l’ansia dell’attesa del risultato e questo stato di agitazione potrebbe influire negativamente sulla riuscita del trattamento.

I dati parlano chiaro e allora perchè ancora alcuni medici continuano a fomentare questo mito dell’assoluto riposo? Spesso quando le credenze sono ben radicate, è difficile trovare il coraggio per spiegare ed informare pur andando contro corrente.

E voi Mamme PMA, come avete passato il post transfer? Assoluto riposo oppure ripresa delle normali attività quotidiana? Come è andato il trattamento?

Referenze bibliografiche:

BottaG, Grudzindkas G Is a pronged bed rest following embryo transfer useful?

Hum Rep 1997; 12: 2489 – 92

Abou – Setta AM, D’Angelo A, Sallam HN, Hart RJ, Al-Inamy HG. Post embryo transfer interventions for in vitro fertilization and intracytoplasmatic sperm injection patients Cochrane Database Syst Rev 2009;7 CD0006567

The UK National Institute of Clinical Excellence (NICE) Nice Clinical Guidelines 011 for fertility 2004:112 – 14

Kucuk M, Doymaz F, Urman B. Effect of energy expendiditure and physical activity on the outcomes of assisted reproduction treatment. Reprod Biomed Online 2010;20:274 – 9

fecondazioneassassistita.it

Annunci

38 pensieri su “Dopo il Transfer è assoluto riposo??

  1. Eccomi ovviamente!!!!
    Dunque…
    1° transfer: riposo assoluto per 9 giorni fino alle beta (la mia clinica le fa fare molto presto), beta positive ma basse, gravidanza biochimica.
    2° transfer: riposo il giorno del transfer, dal giorno dopo vita quasi normale senza esagerare ovviamente…beta negative.
    3° transfer: riposo assoluto il giorno del transfer, poi vita quasi normale. Ho evitato di scendere allo studio per i primi due giorni, ma non stavo spalmata sul divano. Cucinavo naturalmente ma niente pulizie per un paio di giorni. Poi ho ricominciato senza sollevare pesi e soprattutto sono uscita per delle passeggiate fatte con calma ma che mi hanno detto aiutano. Risultato: mIracolino è qui….

    Tutto sta manfrina per dire che non c’è una regola!!! Credo che ognuno debba fare quello che sente. A me hanno detto vita normale senza eccessivi sforzi naturalmente (intesi come pesi sollevati o troppa fatica) ma appunto mi hanno raccomandato di camminare perché aiuta la circolazione e quindi l’impianto.

    Liked by 1 persona

    • aiutoooo io ho problemi di circolazione!!!! saranno felici i miei ciuccioli che si vedranno portati a passeggio più spesso… speriamo bene, quindi unica regola è comportarsi normalmente e sperare che succeda il Miracolo! Grazie per la tua esperienza e una carezza la tuo Miracolo!

      Liked by 1 persona

      • No panic!!! Il fatto di avere problemi di circolazione non è un problema..chiaramente rimanere ferma per un tempo prolungato (leggi 14 giorni!!!) non fa bene…una passeggiata e via…poi ora ci sono pure belle giornate!!! 🙂

        Mi piace

    • Ciao Carmen! mi raccomando tienici informate…. tanti incrocini ache per te! Speriamo sia il Natale più bello della tua vita… io l’anno scorso ho fatto il transfer fortunato proprio il 23 dicembre… tra poco festeggio un anno :)!!!

      Mi piace

  2. Salve, io farò il transfer il 23 di questo mese e visto che sono un Oss e lavoro in casa di riposo, mi hanno consigliato di non andare a lavoro, ma comunque credo di condurre una vita normale…..

    Liked by 1 persona

    • Ciao Carissima…. pure io con Pulcino ho fatto il transfer il 23 dicembre… ho fatto assoluto riposo, poi a gennaio le prime minacce di aborto che mi hanno incollata al letto per 4 mesi…. ma sono felice perché ne è valsa la pena ed il mio Miracolo è nato! Ogni donna sa come comportarsi in questi casi e riesce a capire cosa sia meglio per sé e per il proprio bambino… io la prima volta ho continuato a fare una vita normale, così come avevo letto e come tutti consigliavano e non so se è stato il caso, ma purtroppo non è andata bene… in bocca al lupo per tutto e tienici informate sulla tua storia 🙂

      Mi piace

      • Oggi avverto un po’ di nausea e giramento di testa😔😔😔, sicuramente sono legati alla dose di ormoni molto alta, non voglio suggestionarmi per niente…. ma ho questi sintomi!!!!

        Liked by 1 persona

      • Ciao, io mi sto riposando tantissimo e cerco di evitare alcune cose ….. cibi non proprio salutari, ho eliminato il fumo e i superalcolici e ogni tanto mi concedevo….. comunque sono abbastanza tranquilla ma in ansia!!!!!😩😩😩😩😩

        Liked by 1 persona

      • benissimo dai!!! io avevo smesso di mangiare pure quei cibi che provocavano contrazioni oppure aborti spontanei…. tipo l’ananas… ahhh che nostalgia del pancione 🙂

        Mi piace

    • immaginooooo!! dai che manca pochissimo…. io dovevo farle il 2 di gennaio dell’anno scorso, ma il 31 dicembre ho fatto un test delle urine… so che non si dovrebbe, che erano pochi i giorni PO…. ma volevo chiudere in bellezza il mio anno fortunato, il 2015 e così mi sono lasciata tentare e poi ho fatto le beta il 4 di gennaio…. due giorni dopo, perché il 2 era iniziata la mia battaglia contro le perdite… e da quel giorno sono rimasta a letto, pure le beta avevo l’infermiera che veniva a farmele a casa 🙂 quanti sacrifici per avere il mio Pulcino e li rifarei tutti sapendo come è andata a finire ora….

      Mi piace

      • ok, resisti, ma se poi è positivo fallo! fanculo al Claire che questa volta ti scrive che sei incinta…. non è molto, ma dopo tanti negativi, vederlo scritto ha una sorta di bell’effetto…. io ne ho fatti 2 di quelli tradizionali con le lineette e uno di Clearblue

        Mi piace

      • Ciao a tutti.
        Io devo fare il transfert per fine luglio ò i primi di agosto.
        Ovviamente l’esito della fatica dopo due settimane.
        Come faccio a capire se sono rimasta incinta?
        Quali sono i valori?

        Mi piace

  3. Salve , io farò il transfer domani mattina alle 11 ho due ovuli fecondati sono in ansia e la prima volta che lo faccio, speriamo bene che ho perso 2 gravidanze uno al sesto mese e l’altro ero di 11 settimana avevo 2 gemelli
    Ho 44 anni e sono da 4 anni in menopausa precoce

    Liked by 1 persona

    • Ciao Maja, grazie per aver condiviso con noi la tua storia… ti capisco, c’è la paura, c’è l’ansia, poi si mette lo stress e ciò che ci è successo nel passato… ma non può andare sempre male, non DEVE andare sempre male! ho perso 2 gemelli pure io a poche settimane fortunatamente ed un altro bimbo anch’esso nel primo trimestre e so cosa si prova ad aver paura, a contare ogni giorno per arrivare ad avere un po’ di tempo in più alle spalle… La gravidanza dovrebbe essere il momento più bello e felice per una donna, ma spigolature vissute nel passato lasciano il segno e non ti fanno godere ciò che invece accade. Appena ho partorito mio figlio ho pianto, non dal dolore, non dalla gioia, ma dalla consapevolezza che era accaduto davvero, che quello che stavo stringendo era davvero mio figlio e che nessuno me lo avrebbe portato via ormai…. invece poi anche la vita ti mette a dura prova e a due settimane di vita siamo finiti in ospedale per soffocamento. Ora va tutto meglio, ma come è giusto che sia ho sempre quella paura di perderlo che svanisce ogni volta che mi sorride e mi abbraccia il mio Pulcino… forza!!! coraggio!! è solo con quello che si arriva alla fine! tienimi aggiornata mi raccomando! incrocio tutto per te

      Mi piace

  4. Vita tranquilla dopo il transfer??? Che ne dite di un mega trasloco? Speriamo che i miei due embrioncini sopportino tutto come sta facendo la loro mamma!!! Continuo a ripetere: “ce la faremo”!!!😊

    Mi piace

  5. Ciao a tutte ☺anche io volevo raccontare la mia storia ☺in breve dopo 3 tentativi di transfer sono alla mia quarta con 1 blastocisti fatto ieri spero 🤞 tanto che questa volta sarà la volta buona 🙏Solo che ora leggo chi sta al riposo chi no 🤔Premetto che i primi tre transfer riposo assoluto fino alle beta e ora ????? Voi come vi siete comportate

    Mi piace

    • Ciao Roxana e grazie per aver condiviso con noi il tuo percorso. Io ho fatto 2 tentativi… al primo (andato male) ho continuato a fare la mia vita normalmente. Al secondo invece assolutamente a riposo ( poi costretto fino al 4°mese per delle minacce e dei distaccamenti) ed ora ogni mattina mi sveglio accanto al mio Pulcino…
      Credo che sia molto soggettivo, ognuna di noi deve comportarsi come si sente, senza troppo ascoltare cosa le viene detto 🙂 in bocca al lupo e tienici aggiornate!

      Mi piace

  6. Ciao a tutte sono vale io sto per fare il transfer il 26 aprile ed è la mia 3icsi la prima trasferiti 2 embrioni all’inizio beta positive le prime bei 4anni che cerchiamo e poi biochimica… 2 icsi un embrione beta negative in tutte e 2 riposo dal lavoro e vita tranquilla… In questa 3 icsi prima volta con blasto spero tanto che sia la volta buona!!! Farò solo una settimana senza lavoro e poi tornerò al lavoro con 12 ore in piedi..speriamo

    Mi piace

      • Ciao per il momento il pinguino è con me… Trasfer fatto il 26. In questi giorni sono a casa vita tranquilla qualche pulizia x casa ma leggere… Sintomi zero ogni tanto dolore mestruale e nient’altro. Cerco di nn pensarci ma nn è facile

        Mi piace

  7. Ciao e a 2 tentativo che lo faccio. le ho fatto il giorno di 21.04 e sono un po in ansia sto abbastanza al riposo il giorno di 1.04 mi sono arrivate le mie cose e adesso devi venire il giorno del 29.04 per questo sono in ansia..si passa del questo giorno poso stare più tranquilla…?

    Mi piace

    • Ciao carissima!
      È tutto proprio molto fresco per te!! Solitamente fino ad almeno 12 settimane la gravidanza resta comunque delicata, una volta superato questo periodo si può stare un po’ più sereni e tranquilli… poi a seconda della gravidanza, io sono rimasta 4 mesi e mezzo a letto per dei distaccamenti.
      Facci sapere come procede! In bocca al lupo!!

      Mi piace

  8. Ciao ho fatto il trasferimento il giorno di 21.04 questo anno e normale che ogni tanto ho perdite di lichido trasparente anche un po giallo e non c’è lo nici un segno come. .la pancia e normale come non si forze fatto niente e normale?

    Mi piace

    • Ciao Anna,
      Alcune perdite sono normali, l’ importante è che non siano di sangue, quindi color rosso vivo…
      Per il resto è normale bon sentire nulla, nessun sintomo o nessun dolore.
      Pensa che potrebbe rimanere tutto in silenzio fino al terzo mese di gravidanza… quando fai le beta per sapere come è andata?

      Mi piace

      • E andata male e secondo tentativo che ho fato ho quasi 42 ani non so se posso provare un altra volta…ho ancora un ovuci già congelato che cosa posso fare . grazie

        Mi piace

      • Ciao Anna,
        Mi dispiace davvero moltissimo… ma non devi per nulla buttarti giù! So come ci si sente, so quello che stai provando e si quanto sia difficile crederci… Ma il primo punto per raggiungere il nostro sogno è crederci e non perdere mai le speranze.. Purtroppo l’età non è dalla nostra parte, ma non sei la prima e non sei l’unica… c’è la nuora di MariaGrazia, c’è Francesca e con loro tantissime altre ragazze e noi facciamo il tifo per te!!!
        Scrivici quando ti va, anche solo per uno sfogo, posso assicurarti che dopo ti sentirai meglio!!

        Mi piace

  9. Ciao ho fatto il prelievo di sangue oggi è risultato <2.0 ve il valori di riferimento e (0.0-5.0) cosa mi potresti dire dopo 12 giorni di transfert…

    Mi piace

  10. Ciao a tutte,
    mi dispiace Anna…
    ma non hai fatto il prelievo un po presto?
    io ho fatto il trasfer lunedi 15 Maggio di due embrioni di terza giornata (7 ed 8 cellule) e farò le beta il 30/572017…ragazze che emozione…il solo pensiero…
    secondo voi è possibile che l’impianto sia già avvenuto?

    Mi piace

  11. Ragazze qualcuna sa dirmi se è normale avere mal di pancia a quattro giorni dal trasfer? sarà il progesterone? peraltro ho il seno molto gonfio…

    Mi piace

  12. Salve mi chiamo simona ho fatto il trasfer il 12 giugno dopo già un tentativo non andato bene, il 23 ho le beta, dopo 4 giorni ho incominciato ad avere dolori al seno forti e mi è gonfiato, il giorno dopo alzata e il seno non era più dolorante tanto sembrerebbe sempre gonfio, che sia già andata male, ho letto che i sintomi si possono attenuare da giorn9 a giorno. Mi sento così negativa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...